Crea sito

Categorized | *ITALIANO, eventi

Campionati americani di primavera 2013 a Saint Louis: Trofeo Vanderbilt

Posted on 17 March 2013

English version »

Vanderbilt CupIl Trofeo Vanderbilt nasce da una donazione di Harold Stirling Vanderbilt (1884-1970); si giocò a New York fino al 1958, quindi divenne il principale evento dei Campionati Americani di primavera (spring NABC). Vanderbilt – l’uomo – fu il riformatore che istituì nel 1925 il nuovo punteggio del Bridge Contratto; il vecchio formato puniva troppo severamente il down e premiava troppo poco manche e slam, in questo modo scoraggiando i tentativi di manche e slam e la competizione sopra il livello tre.

Il nuovo formato fu accettato dagli enti regolatori, principalmente il New York Whist Club, alla fine del 1927; la prima Vanderbilt Cup, giocata nell’autunno del 1928, fu il primo grande evento della nuova Era.

I Campionati del 2013 sono in corso al Renaissance Hotel di Saint Louis, in Washington Avenue, vicino al fiume Mississippi. A Saint Louis nacque nel 1926 Chuck Berry, il cantante rock la cui canzone più famosa, Johnny B. Goode, fu inserita nel Voyager I che partì verso le stelle per mostrare agli extraterrestri quello che erano capaci di fare gli umani.

Saint Louis è stata generosa con il bridge non solo per Chuck Berry; qui è nato anche Bryant McCampbell, che nel 1915 inventò il Contro d’intervento, cioè quello sull’apertura, pubblicato in Auction Tactics (1916 Dood Mead, NY). McCampbell diede anche un’altra potente arma al giocatore di oggi: il point count 4-3-2-1 per AKQJ, erroneamente chiamato MW dal nome del più famoso Milton Work, che lo ripubblicò nel 1927.

I campionati (NABC), organizzati dalla American Contract Bridge League (ACBL), si tengono tre volte all’anno; in primavera, estate ed autunno. Ognuno ha un grande torneo a squadre ad eliminazione diretta – rispettivamente Vanderbilt, che inizia domani, Spingold e Reisinger – che rilasciano il biglietto per l’assegnazione della posizione nel tabellone nei Trials per la Bermuda Bowl. La presenza di giocatori stranieri nella squadra diminuisce il valore di questo biglietto, ma una vittoria nel NABC è un successo di tale valore che molti sponsor, come Jimmy Cayne o George Jacobs, non si preoccupano dei Trials ma chiamano i più forti che possono trovare, dovunque siano. Anche le squadre europee corrono in America in cerca di gloria, come Pierre Zimmermann, che ha vinto nel 2110.

Un detto popolare raccomanda di conoscere il passato se vuoi predire il futuro. Nel passato del Trofeo Vanderbilt c’è un grande giocatore che, dopo cinquant’anni straordinari, è ancora qui assetato di vittorie. Bob Hamman giocherà, domani, e giocò nel 1964. Vinse quel Vanderbilt con Eddie Kantar, suo compagno di allora, e Lew Mathe, Howard Shenken, Peter Leventritt, Donald Krauss. Tutti tranne Krauss sono nella ACBL Hall of Fame. Dopo quella vittoria, nello stesso anno, Hamman e Krauss si qualificarono per entrare nella squadra Americana per le olimpiadi di New York, perdendo la finale contro il Blue Team. Cinque anni dopo entrò negli Assi di Dallas di Ira Corn, con Mike Lawrence, ma presto fece coppia con Bobby Wolff, la più grande coppia americana di tutti i tempi.

Vale la pena di sapere che all’inizio Hamman e Wolff erano molto lontani nello stile licitativo; il primo voleva aprire in quarta nobile, mentre il secondo era adepto della quinta; trovarono il punto d’incontro in un’altra opera di H.S. Vanderbilt: il Fiori Forte.

È difficile dire se Hamman-Wolff fossero più forti di Forquet-Garozzo o di Belladonna-Garozzo, ma Hamman è unico nella storia del bridge per il suo potere di realizzare grandi coppie con molti, molti differenti compagni; e questo campione arriverà domani con ancora un altro, nuovo compagno.

Collegamenti:

American Contract Bridge League (ACBL). Bollettini, calendario, risultati e altro:

http://www.acbl.org/nabc/index.php?a=2013&b=Spring&c=index

Su Bryant McCampbell e il Contro d’Intervento:

http://neapolitanclub.altervista.org/itl/contro-take-out-un-nuovo-trattamento-di-p-e-garrisi.html

***

Paolo Enrico Garrisi

 Vanderbilt 2013: squadre e formazioni »

Risultati in tempo reale da BridgeWinners.com >>

(Visited 362 times, 1 visits today)

Comments are closed.

Giorgino Duboin’s column

Italian style 02The Neapolitan Club staff is honoured to welcome a new illustrious contributor: Giorgino Duboin. The great Italian champion will write a series of articles mostly dedicated to his international bridge activities. Duboin’s Column »

Norberto Bocchi’s column

MyWay-logoThe great Italian champion Norberto Bocchi contributes articles on a regular basis to Neapolitan Club. Norberto refers in his column ‘My Way’ to political issues which may arise in the bridge world and sometimes he describes interesting hands. Read Bocchi’s column»   Read Bocchi’s interviews»

Rhoda Walsh Notes

Rhoda_WalshWalsh No Trump Notes by Rhoda Walsh: a study on No Trump openings with their developments  in uncontested and contested auctions. Table of Contents »
Annotations by Rhoda Walsh on the 1 Notrump game forcing  response in the "2 over 1 game forcing system" (Walsh System).Table of Contents»

Simply the Best

Best articles by Paolo Enrico Garrisi: open »

Let’s talk to the Champions!

Best interviews run by Laura Camponeschi: open »

Momorizing at Bridge

Are there techniques to develop some specific memory? Could be possible to make a choice of what might be more useful to memorize? Read what the champions say: open »

Silvio Sbarigia

 

SILVIO SBARIGIA is a pharmacist; he was born in Rome and lives there. He has won the European championship in 1975 with legendary Blue Team, runner up at 1974’s and at Olympic games of 1976.  Sbarigia is member of Neapolitan Club Technical Commettee. His bridge problems aren’t difficult; just we need to think on a plan and to avoid the instinctive playing. Bridge quizzes by Sbarigia »

Laura Cecilia Porro

Laura-Cecilia-Porro 142
Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.