Get a site

La Scozia del Camrose contro Neapolitan Club

english version »

Una squadra dello Staff del Neapolitan Club, con una coppia che giocherà l’originale Fiori Napoletano di Chiaradia, sfiderà stasera in amichevole su BBO la squadra scozzese che giocherà il Camrose Trophy 2013 (oggi, martedì, alle 21;00), il campionato tra le nazionali britanniche. Questi sono i giocatori della squadra italiana: Patrizia Lo Martire, Fabio Colasante, Piero Millevoi, Laura Cecilia Porro, Catherine Gerrard, Enrico Paolo Garrisi (capitano giocatore). Laura e Catherine giocheranno insieme nel Lady Milne, in aprile.

Il Lady Milne Trophy è l’equivalente femminile del Camrose; deve essere detto che Laura Cecilia Porro è italiana, di Milano, ma vive in Scozia dove sta conseguendo il dottorato all’università di St. Andrews, quindi aveva il diritto di fare le selezioni per rappresentare la sua patria adottiva – e ha avuto, con Catherine, la capacità di qualificarsi. Giocheranno dal 12 al 14 aprile al Novotel in Edinburgh Park.

Paul Gipson gentilmente ci presenta la squadra scozzese:

Nella nostra squadra ci sono Samantha Punch (puncher) & Stephen Peterkin (spil); Phil Stephens (phil_20686) & Alex Wilkinson (boltonian2), che rappresenteranno la Scozia nel Camrose Trophy in gennaio.

A dispetto del fatto di essere il più giovane, Alex ha già giocato tre volte il Camrose, con due compagni differenti, ed ha anche partecipato agli europei. Per Sam, Stephen e Phil sarà invece il debutto, sebbene Sam abbia giocato il Lady Milne negli ultimi quattro anni e Phil abbia considerevole esperienza da Junior [Paul si riferisce al Juniores Camrose N.d.T.].
Alex e Phil hanno speso molto tempo per sviluppare il loro sistema e comprendere la rigorosità del bridge internazionale. Le squadre del Camrose non li spaventeranno, e mi aspetto che facciano bene: la sfida sarà di mantenersi costantemente ad alto livello e non avere troppe mani “giovanili” nel calderone della battaglia.

Sam e Stephen sono probabilmente la coppia meno nota. Molti sanno che Sam gioca in ogni momento in cui possa, ma Stephen è spesso rimasto nell’ombra. Ma io so che hanno tempra. Il loro primo impegno severo fu quando tutti noi giocammo contro Nickell nella Spingold di qualche anno fa, e, ad essere onesti, le loro prime sedici mani non furono buone. Tuttavia non capita a tutti che il primo assaggio del bridge internazionale sia contro i propri eroi, Bob Hamman e Zia davanti ad un affollamento di angolisti. Ma la parte da raccontare è che li rimandammo dritti in campo per le successive sedici mani, contro la stessa coppia, e si ripresero indietro tutti gli IMP che avevano dato in precedenza.
Più recentemente so che hanno lavorato duro sul loro gioco, e la vittoria nelle qualificazioni lo attesta.

Sito ufficiale dell’Unione Scozzese:

http://www.scottishbridge.co.uk/

Sul Lady Milne:

http://neapolitanclub.altervista.org/itl/trofeo-lady-milne-di-liz-mcgowan.html

Sul Camrose:

http://neapolitanclub.altervista.org/itl/il-trofeo-camrose-di-liz-mcgowan.html

Il blog di Paul Gipson:

http://thebeercard.blogspot.it/

18/12/2012

 

***

La Scozia ha vinto. Dopo il primo tempo gli Scozzesi conducevano di 46-4; in questo distacco c’era un poco saggio contro del capitano di Neapolitan Club, Enrico Paolo Garrisi, su un innocuo 3♣ in zona che è costato 13 imp (era innocuo fin quando nessuno l’avesse contrato; poi è cresciuto fino a 670). Nella seconda metà la squadra italiana ha continuato a lottare bravamente, ottenendo un bel 41-15; non abbastanza per vincere, ma giusto quello che occorreva per medicare l’orgoglio ferito. Il risultato finale è quindi 61-45 (mani: Scozia +11, -6, =7). [19/12/2012]

 

 

 

 

(Visited 127 times, 1 visits today)
Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.