Get a site

2011 Reisinger Trophy, Seattle: Il Regno del Board a Match (BAM)

english version »

2011 Reisinger Trophy, Seattle: Il Regno del Board a Match (BAM). Il Reisinger Memorial Trophy fu così chiamato nel 1966, in memoria del filantropo del bridge Curt H. Reisinger (1891-1964, proprietario di una fabbrica di birra). Nel bollettino di ieri ci sono le storie del torneo e dell’uomo. La formula del torneo è a squadre ed eliminazione diretta con trasformazione del punteggio in Board A Match. Come abbiamo già scritto nel precedente articolo sull’argomento, il BAM è il modo più semplice per comparare un risultato in duplicato: ogni mano vale un punto, e il miglior risultato se lo aggiudica; un risultato nullo dà mezzo punto a ciascuna squadra.

In molti aspetti questa sembra la formula del torneo Mitchell a coppie, dove una surlevee può fare la differenza tra un top ed uno zero (quindi anche qui i giochi di sicurezza sono fuori luogo), ma ci sono implicazioni più sottili che richiedono una breve descrizione.

Per esempio, se in un torneo Mitchell a coppie voi dichiarate uno slam invece di un grande slam – quindi realizzando 6+1 – potreste ancora avere un risultato non troppo cattivo: anche in un torneo buono i timidi ci sono sempre.

In BAM, al contrario, è raro che un 6+1 sia meno di un disastro. Ma perché? – Voi ragionevolmente sperate – Magari all’altro tavolo gli avversari si sono anche loro fermati a sei, così il punto in palio verrà diviso in mezzo per ciascuno. Ed essendo questo ancora bridge – voi pensate ragionevolmente – il Grande va dichiarato in sicurezza! Questa è una supposizione sbagliata: la scommessa non è 1430 a 2210, o 1430 a -100, ma sempre zero ad uno; per il rapporto, quindi, non interessa quanto sia alto il risultato ma è sufficiente solo che sia più alto.

Un altro esempio: giocando Precision, vale a dire giocando Fiori Forte da sedici punti in su, il vostro Partner apre 1♠; voi avete una mano bilanciata o semibilanciata di undici punti con tre carte d’appoggio. In Mitchell o IMP, la vostra risposta è una forzante. In BAM, prima dobbiamo calcolare le percentuali: il Partner ha 13-15 points (o l’equivalente in forza distribuzionale), così la vostra linea ha da 24 a 26 punti. Con 26 punti la percentuale di mantenere una manche è del 50%, così la percentuale totale che nella linea ci sia manche è molto minore perché il Partner avrà 13 o 14 punti più spesso di quindici. Quindi potrebbe essere sbagliato andare a partita o anche tentare di farlo: non dichiarate più di 2♠.

Ultimo esempio di BAM, un’altra mano: Sud, alla vostra destra, apre 1♠, voi passate, Nord rialza a 2♠, il vostro Partner passa, l’Apertore passa. Che fate, riaprite?

 Uno sguardo indietro: Sally Young, la snella tigre.

Sally fu una delle quattro grandi donne americane della prima metà del secolo passato; in Europa è meno conosciuta di Josephine Culbertson, di Helen Sobel e di Margaret Wagar, cionondimeno Sally vinse quattro Reisinger Trophy, un evento open! e tre di questi consecutivamente: 1937, 1938, 1939, e 1947. Per confronto, Bob Hamman ha vinto sei volte.

Sally Young è morta negli stessi giorni di quarantuno anni fa, in novembre 1970. Charles Goren ricordò la sua partner sulla rivista Sports Illustrated.

***

Paolo Enrico Garrisi (03/12/2011)

(Visited 174 times, 1 visits today)
Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.