Le risposte al Fiori Forte (di P. E. Garrisi)

read english version »

Il Fiori Forte è un’idea di Harold S. Vanderbilt, pubblicata nel suo: “Contract Bridge and the Club Convention” (1929). Nello schema originale, la risposta 1 era debole; le altre erano naturali. La maggior parte dei giocatori che adottano il Fiori Forte usano le vecchie risposte di Vanderbilt. Alla fine degli anni Quaranta, Eugenio Chiaradia vi adattò invece le risposte del “Norman 4NT”: questa convenzione era in origine una richiesta d’assi modificata in cui il rispondente mostrava a gradini re ed assi, calcolandoli rispettivamente uno e due punti; i “Punti Norman” oggi sono chiamati “controlli”. Norman De Villiers Hart, l’inventore del Norman 4NT, giocò nell’Austria che nel 1937 vinse il titolo mondiale battendo gli USA.

 Risposte ad 1♣ (un re vale un controllo, un asso ne vale due).

1: 0-1 controlli. Due controlli, meno di sei punti. Forzante fino ad 1NT

1: due controlli e 6+ punti. Forzante fino a 2NT

Nota: una monocolore 6332 di AJxxxx e senza valori a lato è abbastanza forte per la risposta 1, anche con soli cinque punti.

1♠: tre controlli. Forzante a partita

1NT: quattro controlli

2♣: cinque controlli

2: sei+ controlli

Il lettore deve notare che solo i primi due gradini sono legati a punti e controlli; gli altri concernono solo i controlli. Questa caratteristica è costante anche nell’apertura interferita.

Le risposte sopra 2sono salti molto deboli col seme:

2/2♠: sei carte capitanate da Q o sette da J. Al massimo un’altra donna a lato

2NT: fiori, 7-8 carte capitanate da J o meno

3♣, 3: sei carte di KQ o sette di KJ, e null’altro

3, 3♠: sei carte di KQ e null’altro (con sette di KJ la risposta è 1).

 

Risposte ad 1♣ quando Ovest interviene. Le risposte Norman-Chiaradia sono abbastanza semplici, ma, quando Ovest interviene, divengono veramente complesse perché Nord deve descrivere la sua mano, e non solo in termini di controlli, ma anche mostrando il suo seme e la distribuzione. Questa complessità è uno dei punti critici del sistema, tuttavia è inevitabile: quanto più la risposta di Nord sarà accurata tanto più facile diviene la decisione per Sud quando la licita torna a lui, spesso ad alto livello. Il contro a livello uno è punitivo; questo deve dissuadere Ovest dall’entrare in licita con poco o persino in bluff: il contro punitivo è la guardia del corpo del Fiori Forte, lo difende dall’aggressività di Ovest. Dall’interferenza 1NT, il contro di Nord diviene quantitativo, mostra punti in mano bilanciata o semibilanciata. Quando l’interferenza è a livello uno la licita è comunque forzante fino ad 1NT, come senza interferenza.

 

Risposte dopo interferenza 1 di Ovest (contro punitivo):

Passo: zero controlli, qualsiasi forza di soli Q e J. Uno o due controlli e meno di 6 punti

1: 1-2 controlli e almeno 6 punti

1♠: 3 controlli

1NT: 4 controlli e fermo a

2♣: 4 controlli senza fermo a

2: 5 controlli

2/2♠: seme, zero controlli. La mano è debole, ma non così debole come nella stessa risposta senza interferenza; può avere 5-6 punti di Q e J

2NT: 6+ controlli

3♣: seme sesto di KQ o settimo di KJ, come senza interferenza

3/♠: ♣: seme sesto di KQ, come senza interferenza.

Notes. 1. I primi due gradini dopo l’interferenza – “passo”, e qui “1– sono ancora legati a punti e controlli, ma il secondo gradino adesso è utilizzabile anche con un solo controllo (per dire 1 senza interferenza ne occorrono due). 2. La 6332 di AJxxxx ancora vale il secondo gradino.

 

Interferenza 1 (contro punitivo):

Passo: zero controlli, qualsiasi forza di soli Q e J. Uno o due controlli e meno di 6 punti (come sopra)

1♠: 1-2 controlli e almeno 6 punti (come sopra)

1NT: 3 controlli e fermo a

2♣: 3 controlli senza fermo a

2: 4 controlli

2: 5 controlli

2♠: seme, zero controlli (come sopra)

2NT: 6+ controlli

3♣/3: seme sesto di KQ o settimo di KJ, come sopra

3♠: seme sesto di KQ, come sopra.

 

Interferenza 1(contro punitivo):

Passo: zero controlli. Un controllo e meno di 7 punti

1NT: 3 controlli e fermo a ♠

2♣: un controllo e 7+ punti. Due controlli e 6+ punti

2: 3 controlli senza fermo a ♠

2: seme. 0-2 controlli (vedi nota 3 qui sotto)

2♠: 4 controlli

2NT: 5+ controlli

3♣/3: seme sesto di KQ o settimo di KJ, come sopra

3: seme sesto di KQ, come sopra.

NOTE. 1. Il secondo gradino sarebbe dovuto essere 1NT, ma diventa 2♣ in quanto 1NT diviene descrittivo (controlli, fermo, distribuzione). 2. Da 1♠, la forza del secondo gradino si alza da sei a sette punti (o sei con due controlli). Questo comporta che Sud, che aveva aperto con 17 punti, può contare almeno su 24 nella linea, abbastanza per dichiarare in sicurezza a livello tre se Est rialza. Nello stile Precision, dove l’apertore ha 16+ (non 17 come nel Napoletano), 2♣ può rimanere di 7 punti perché richiedendone 8 la risposta si rarefa. 3. Da 1♠, la 6332 di AJxxxx si dichiara a livello due, mostrando il seme (qui 2), non più come controlli.

 

Interferenza 1NT (il contro diviene quantitativo):

Passo: meno di sette punti, oppure due controlli e meno di sei

Contro: 0-2 controlli e 7+ punti (o 6 con due controlli). Bilanciata o semibilanciata

2♣: 3 controlli

2: 4 controlli

2/2♠: seme. 0-2 controlli

2NT: 5+ controlli

3 ♣,,,♠: seme. 1-2 controlli. Sbilanciata.

Quello che accade da 1NT.

1. Nelle mani bilanciate il contro diviene quantitativo e costituisce il secondo gradino.

2. le risposte a livello tre diventano la controparte del contro, mostrando la stessa forza in mano sbilanciata con il seme nominato.

3. Quando l’intervento era sotto 1NT, la licita era comunque forzante fino ad 1NT, quindi Nord poteva passare con molti punti di Q e J, oppure con mani sbilanciate senza controlli: avrebbe avuto un’altra possibilità di dichiarare. Dal momento che su 1NT o più Sud può passare, Nord deve dichiarare (contro o un seme) quando ha punti o buona distribuzione senza controlli. Questa è la ragione per cui dopo 1NT il contro non è più punitivo: diventa necessario come licita descrittiva.

 

Interferenza 2♣:

Passo: meno di 7 punti, o due controlli e meno di 6

Contro: 0-2 controlli e 7+ punti (o 6 con due controlli). Bilanciata o semibilanciata

2: 3 controlli

2/2♠: seme. 0-2 controlli

2NT: 3-4 controlli e fermo a ♣

3♣: 4 controlli

3//♠: seme. 1-2 controlli. Sbilanciata

3NT: 5+ controlli

 

Interferenza 2

Passo: meno di 7 punti, o due controlli e meno di 6

Contro: 0-2 controlli e 7+ punti (o 6 con due controlli). Bilanciata o semibilanciata

2/2♠: seme. 0-2 controlli

2NT: 3-4 controlli e fermo a

3♣: 3 controlli

3: 4 controlli

3/♠: seme. 1-2 controlli. Sbilanciata

3NT: 5+ controlli.

 

Interferenza 2

Passo: meno di 7 punti, o due controlli e meno di 6

Contro: 0-2 controlli e 7+ punti (o 6 con due controlli). Bilanciata o semibilanciata

2♠: seme. 0-2 controlli

2NT: 3-4 controlli e fermo a

3♣: 3 controlli

3/♠: seme. 1-2 controlli. Sbilanciata

3: 4 controlli

3NT: 5+ controlli

 

Interferenza 2

Passo: meno di 7 punti, o due controlli e meno di 6

Contro: 0-2 controlli e 7+ punti (o 6 con due controlli). Bilanciata o semibilanciata

2NT: 3-4 controlli e fermo a ♠

3♣: 3 controlli

3/: seme. 1-2 controlli. Sbilanciata

3♠: 4 controlli

3NT: 5+ controlli.

 

Interferenza sopra 2♠. Contro: 7-8 punti, non più di tre controlli. Nuovo seme: naturale, forzante un giro.

 

Ovest contra. Quando Ovest contra, le risposte fino ad 1 diventano: Passo: zero controlli e 0-4 punti. Surcontro: zero controlli e 5+ punti. 1: un controllo o un asso nudo. Altro: come senza intervento.

 

Risposte dopo intervento convenzionale. Il Contro RAN.

A dispetto dei luoghi comuni – com’è facile intervenire sul Fiori Forte, e quanto è inutile il contro punitivo – ci sono molte convenzioni che puntano ad intervenire senza essere folgorati dal contro punitivo. Molti di questi metodi impiegano una dichiarazione transfer quando la mano è monocolore; oppure, per altre vie, mostrano bicolori o tricolori senza permettere che siano individuati i semi; oppure mostrano uno solo dei due o tre semi posseduti (Anchor suit = seme Ancora). L’intervento convenzionale può mostrare più facilmente le mani bicolori – così aumentando le probabilità di trovare appoggio, quindi abbassando il rischio di subire il contro – e, occultando i semi posseduti, può gettare sabbia nei meccanismi di risposta degli avversari.

Il principio generale per controbattere le difese convenzionali è il “Contro RAN”, dove l’acronimo R.A.N. ha a che fare con il seme che viene contrato a livello uno: Reale, Ancora, oppure, quando nessun seme è identificabile, il contro punta su quello Nominato da Ovest. Nell’ultimo caso, Nord col contro semplicemente mostra il suo seme. Quando l’intervento è a livello due o superiore, il contro diviene quantitativo, senza riferimento al seme nominato o identificato.

Le dichiarazioni a NT di Nord, che nell’intervento naturale mostrano il fermo, seguono lo stesso principio RAN. Negli esempi che seguono, Ovest usa la convenzione “Trap” dell’inglese Tony Forrester.

 

Esempio A: Ovest dichiara 1mostrando picche. Le risposte di Nord diventano:

Contro: punitivo per picche, il seme reale. Passo, 1, 1♠: gradini per controlli, come dopo 1naturale. 1NT: 3-4 controlli e fermo a ♠. 2♣ e 2: come dopo 1 naturale, giusto 2♣ nega il fermo nel seme reale. Anche 2 non cambia: seme e zero controlli. 2♠, divenuto inutile, potrebbe essere usato per controlli, ma è meglio lasciarlo senza significato, come per le cue-bid a livello tre dopo intervento naturale a livello uno. Mantenere la semplicità aiuta a ricordare. 2NT e successive hanno lo stesso significato, escluso 3: non era usato nell’intervento naturale, ora è disponibile per indicare il seme come le altre a livello tre (e 3♠ ritorna vuoto di significato).

 

Esempio B: Ovest interviene con 2, indicando quadri o la tricolore senza quadri; questa è una variante chiamata “Panama”. Nulla si sa della mano di Ovest, quindi tutto è normale, riferito al seme nominato. 2NT conserva il suo significato, 3-4 controlli e fermo a quadri.

 

Gli interventi convenzionali a livello uno che nominano un seme di rango inferiore a quello posseduto, come nell’esempio “A”, sono raramente dannosi, e spesso diventano anche di aiuto per la linea dell’Apertore. A livello due, invece, l’intervento è sempre nocivo. Deve essere notato, nell’esempio “B”, che le risposte di Nord 2NT, 3♣, e 3 potrebbero essere cambiate, sciogliendo la prima dall’obbligo del fermo a quadri e recuperando l’ultima al significato naturale con le quadri; è più importante, però, mantenere la semplicità, pagando per essa un tributo all’intraprendenza degli avversari.

In breve, il Principio RAN stabilisce: Contra, quando punitivo, il seme Reale, o quello Ancora, o quello Nominato quando nessun seme è noto. Mostra i fermi nello stesso modo. Conserva tutto quanto più immutato possibile.

 

Paolo Enrico Garrisi

 

(Visited 2,088 times, 1 visits today)
Previous Entries Spring 2011 NABC – Vanderbilt Cup: Fleisher wins the final Next Entries Responses to Strong Club (by P.E. Garrisi)