La convenzione Gazzilli (di P.E. Garrisi)

read english version »

La “Gazzilli” è una convenzione inventata da Leo Gazzilli di Milano, campione italiano nel 1959 e finalista nel 1973 e nel 1975. La convenzione permette all’apertore di mostrare le bicolori 5-4 di 16-17 punti: mani buone ma non a sufficienza per sequenze di rovescio o di nuovo seme a salto, come questa:

♠A109xx KxKQ10x ♣Ax

Dopo l’apertura nel nobile e la risposta a livello uno, l’apertore ridichiara 2♣; il rispondente chiede con 2 e l’apertore mostra quello che ha.

 

Come ci si può aspettare, esistono tante Gazzilli quanti giocatori; quella che presenteremo qui è una originale dell’autore, pubblicata in “La logica del bridge naturale” – 1984 Mursia. Questo libro è stato scritto da Giorgio Torielli, un docente universitario, e da Franco Di Stefano. Il secondo, maggiormente responsabile per la parte tecnica del libro, è di categoria World Master, campione Europeo nel 1975, tre volte campione del MEC (la vecchia Comunità Europea), e vincitore di molti titoli italiani. Di Stefano è anche un giornalista e ha una scuola di Bridge a Milano. Ha anche scritto il vecchio Standard Italia insieme a Giorgio Belladonna, ed il nuovo insieme a Enzo Riolo.

Il lettore deve sapere che la Gazzilli che mostriamo qui, benché sia un originale, non è necessariamente la migliore, oggi.

 

1♠-1NT; 2♣-2. QUINDI:

2♠: Picche-minore di 12-15 punti

2: Picche-Cuori, 16-17

2NT: Picche-minore 5-5 di 16-17

3♣: Picche-Fiori 16-17

3: Picche-Quadri 16-17

3: Picche-Cuori 5-5 by 16-17

3♠: Monocolore 16-17. Il colore non è chiuso né compatto, altrimenti l’apertore avrebbe eseguito il salto naturale 3♠, invece della Gazzilli.

 

1-1NT; 2♣-2. QUINDI:

2: Cuori-minore di 12-15 punti

2NT: Cuori-minore 5-5 di 16-17 punti

3♣: Cuori-Fiori 16-17

3: Cuori-Quadri 16-17

3: Monocolore 16-17 (come 3♠ sopra).

 

1-1♠; 2♣-2. QUINDI:

2: Naturale di 12-15 punti

2♠: Come 2, con tre carte d’appoggio

2NT: Cuori-minore 5-5 di 16-17 punti

3♣: Cuori-Fiori 16-17

3: Cuori-Quadri 16-17

3: Monocolore 16-17 (come sopra).

3♠: Cuori-Fiori 16-17 e tre carte d’appoggio

3NT: Cuori-Quadri 16-17 e tre carte d’appoggio

 

L’uso della Gazzilli definisce meglio la mano dell’apertore quando non la esegue:

1♠-1NT; 2/2: mai sopra 14 punti

1/1♠-1♠ (1NT); 3♣/3 (o 3 se l’apertura è stata 1♠): sempre 18+

 ***

Paolo Enrico Garrisi

(Visited 3,361 times, 1 visits today)
Previous Entries The Gazzilli convention (by P.E. Garrisi) Next Entries La mano perfetta per il contro takeout (1)