Europei 2010: Norvegia vs Italia raccontato da Gluck (settimo incontro)

read in english »

Gli incontri con la Norvegia hanno sempre un loro fascino, anche se la squadra qui presente non ha il loro fenomeno Helgemo. Si presentano comunque con una formazione di tutto rispetto e si prevede un incontro impegnativo per i nostri.

Manteniamo inalterata la regola della rotazione a turno e schieriamo in aperta Versace Lauria e Bocchi Madala in chiusa. Per la cronaca, Norberto e Agustin sono terzi nella classifica butler dopo i primi 6 turni, con 1,51… il che vuol dire che nelle 80 mani da loro fin qui giocate hanno guadagnato rispetto al resto del girone 1,51 imps per ogni singola mano…. impressionante.

I Norvegesi schierano Brogeland Svendsen e Charlsen Hoftaniska.

Questa volta iniziamo subito bene, con una manche giocata dalla parte giusta da parte nostra, mentre, per motivi di sistema, i norvegesi la giocano dalla parte sbagliata. +10 Italia. Poco dopo, vedendo come Alfredo ha manovrato per portare a casa un difficile 4picche, ci siamo tutti tranquillizzati sul loro stato di forma che è come al solito stellare.

Ma i Norvegesi che non sono qui in vacanza rendono l’incontro combattuto, difendono bene in dichiarazione e sbagliano poco. Un bel match da vedere insomma.

Allunghiamo alla 7 e alla 8 per 2 manche che producono 2 swing da +12 e +11. Ottimo controgioco di Alfredo sulla prima, un 3NT che dopo l’attacco si batteva switchando subito in un palo neutro, e nella successiva porta a casa un 3NT approfittando di un aiuto degli avversari (in chiusa 5quadri – 1).

Al board 12 purtroppo uno slam in zona viene mantenuto dai norvegesi, mentre noi andiamo 1 down. Si trattava di individuare una Q su un fit di AKJxx per xxxx… era terza in impasse, in aperta l’hanno presa e in chiusa no. In genere seguendo l’incontro si ha l’impressione che i nostri opps oltre ad essere molto bravi sono anche ben ispirati. D’altronde, come ieri avevamo detto che giocar male ed essere sfortunati vanno di pari passo, vale anche la regola opposta e giocando bene spesso si indovina più del 50% che la sorte di solito fornisce a tutti noi.

Altra mano interessante, la 17, dove la sensibilità di Alfredo e Lorenzo li fa arrestare a 5cuori mentre nell’altra sala i norvegesi si spingono a 6cuori ma Agustin, col vuoto a quadri contra lightner e il disciplinatissimo Norberto ci attacca facendolo tagliare. Un Asso laterale è poi la presa del down. In questa mano è stato chiamato il direttore dagli opps perché sostenevano che Norberto avesse mostrato una picche prima di attaccare a quadri, e non so se questa andrà in giuria e se ci sarà un reclamo. Lo scopriremo prossimamente.

Comunque nelle ultime mani gli avversari non brillano o meglio siamo noi che brilliamo di più, e la vittoria si fa più corposa. Semplicemente non umani Lorenzo e Alfredo, qualche incertezza nell’altra sala, ma sono le prime che vediamo dopo 100 mani giocate non alla grande ma alla grandissima.

 Alle 13.00 vs la Slovacchia per una pronta rivincita dei mondiali in Sudafrica.

Norvegia – Italia 44 -72 (9 -12)

Gluckenval, commentatore ufficiale BBO Vugraph

 

(Visited 119 times, 1 visits today)
Previous Entries 2010's Europeans: Itlay vs Scotland reported by Gluck ( sixth match) Next Entries 2010's Europeans - Norway vs Italy: the 7th match reported by Gluck