Bridge, Scacchi e Matematica – di Paolo Enrico Garrisi

read english version >> 
fonte: AP

Il campione del mondo di scacchi, l’indiano Vishwanathan Anand, ieri pomeriggio ha giocato una simultanea contro quaranta matematici, una selezione dai partecipanti al Congresso Internazionale di Matematica ad Hyderabad, in India. 

Il risultato è stato Anand 39,5-Matematici 0,5 cioè Anand ha vinto 39 partite e pareggiata una. (Nota: questo non significa che Anand sia quaranta volte più intelligente di un matematico: dice solo che ha studiato più tecnica scacchistica.)

 Molti hanno giocato con successo ambedue i giochi: ricordiamo il cubano José Raoul Capablanca, campione del mondo dal 1921 al 1927; l’americano Emanuel Lasker, anche lui campione del mondo, detronizzato proprio da Capablanca. Lasker scrisse le cronache del match anglo-americano Culbertson-Buller del 1933, fu il primo Schwab Trophy. Infine, ma non meno importante, Lasker fu un “forte” matematico: le sue ricerche indirizzarono Emily Noether verso le sue scoperte (per i matematici: vedi il teorema Lasker-Noether).

 Segnaliamo anche Victor Korcnoj e Bobby Fisher: non sono stati forti bridgisti ma hanno amato il nostro gioco.

 Oggi il più forte giocatore di scacchi e bridge è una donna: Irina Levitina. Ha vinto tre volte la Venice Cup e, quando era più giovane, per due volte arrivò alla finale del campionato del mondo femminile di scacchi.

(Visited 462 times, 1 visits today)
Previous Entries Macchianera Blog Awards 2010 Next Entries Bridge, Chess and Mathematics- by Paolo Enrico Garrisi