BBO Intercity League Primavera 2015

English version »

Tonci Radeljia 200La 23a edizione di InterCity League (ICL), inizierà mercoledì 11 marzo e terminerà mercoledì 3 giugno. ICL è il campionato internazionale a squadre su BBO istituito nel 2004 dal compianto Tonci Radelja, un professore di matematica croato che amava il bridge e lo usò come mezzo per divenire amici. Così scrisse Tonci diversi anni fa:

…Pensate a questo [cioè un match di ICL], come una serata al vostro club locale – siate amichevoli e godetevi il piacere di incontrare vecchi e nuovi amici al tavolo…

E, in seguito:

…Il successo della Lega, secondo me, è dovuto per la maggior parte all’atmosfera amichevole, alla data fissa degli incontri, e, soprattutto, al grande sostegno che mi viene dato dai capitani…

Il torneo si tiene due volte all’anno, in primavera ed autunno; le squadre devono portare il nome di una città (ecco perché “Intercity”).

Detentrice del titolo è Ascoli Piceno, che ha stabilito la sorprendente serie di quattro vittorie consecutive negli ultimi due anni; Ascoli ha vinto il titolo per nove volte, dalla sua prima partecipazione in autunno 2006.

Il torneo si sviluppa in due fasi: girone di qualificazione italiano e successivi incontri ad eliminazione diretta. Le squadre sono divise in gruppi; le migliori (ma non più di sedici o il 50 per cento del totale), accederanno alla fase ad eliminazione diretta.

Non ci sono limiti al numero di giocatori; ogni capitano ne potrà schierare quanti ne vuole, ma quelli che non hanno giocato nella fase di qualificazione non saranno ammessi a quella ad eliminazione diretta, salvo che non sia necessario per completare il quartetto.

L’incontro deve essere obbligatoriamente giocato il mercoledì alle 20:45-21:00, salvo che i capitani non decidano diversamente, ma lo spostamento può essere fatto solo eccezionalmente.

Nella fase di qualificazione gli incontri saranno di sedici mani. Nella fase ad eliminazione saranno di ventiquattro mani, o in numero maggiore se i capitani si accordano in questo senso, ma non più di ventotto.

Le condizioni di base sono: barometro inattivo, undo attivo, kibitzer ammessi ma silenti; anche queste condizioni possono essere cambiate per accordi tra i capitani, salvo per i kibitzer, che in nessun caso devono essere esclusi, ma si raccomanda di non consentir loro di parlare al tavolo.

 

Per ogni dubbio si possono contattare Turbin o Willemm (nomi in BBO di Paolo Enrico Garrisi e di Willem Mevius), oppure si scriva a Garrisi: [email protected]

 

ICL site»

***

 

 

(Visited 101 times, 1 visits today)
Previous Entries BBO Intercity League Spring 2015 Next Entries 4th World Youth Bridge Open Championship: 1st Information Letter