Get a site

Filadelfia 2010 – Open Team: Zimmermann vs Red Poland

A Philadelphia inizia la competizione più importante tra le tante previste, ovvero l’open a squadre. Questo mondiale a squadre, la Rosenblum, è, a mio avviso, la competizione più probante dopo la Bermuda Bowl, in quanto sono presenti tutti ma proprio tutti i più forti team del mondo, più una miriade di squadre magari non di nazionali, ma formate da giocatori comunque di livello assoluto.

Non essendo però una competizione per squadre nazionali, troviamo le top pairs sparpagliate in varie squadre. Seguiamo nel secondo turno Zimmermann (di riposo con 18 VP al primo turno) contro Polonia Rossa (non è una terminologia politica, il colore è solo per distinguere le varie squadre polacche qui giunte), dove troviamo Fulvio Fantoni fresco vincitore del campionato a coppie miste con Donna Compton (complimenti, bravissimo Fulvio), in coppia con Claudio Nunes contro i polacchi Filipowicz e Novosadzki. La squadra Zimmermann è completata in chiusa dai norvegesi Helgemo-Helness, e sembra che continui la partnership recentemente vista ai societari nel team Angelini.

Questo è un round robin a gironi (16 gironi da 9 squadre ognuno) che qualificherà 64 squadre al tabellone principale; da li in poi sarà tutto a ko. Come detto, Zimmermann 18 grazie al bye, Cayne (con Alfredo Versace e Lorenzo Lauria) idem, mentre la Lavazza (Bocchi-Ferraro, Duboin-Sementa le coppie italiane, mentre i “Faraoni” egiziani Waso-Sadek completano il team) ha fatto 22. Per qualificarsi bisogna arrivare tra le prime 4, e non è una formalità considerato il livello medio.

Dopo un board di studio (+3 per i nostri), subito una mano carina. La linea E/W ha a disposizione 12 prese con atout ♣, mentre i verticali hanno una buona difesa a 6. Succede però che Helgemo-Helness lasciano giocare 5, le contrano (si fanno), ma si dimenticano anche di incassare un Asso per 12 prese avversarie (950), mentre dai Fantunes la licita procede regolarmente e sul 6♣ gli italiani difendono a 6 e vanno 1 down pagando 2 Assi. 15 per i polacchi.

Poco dopo occasione di recupero per i nostri. Le carte sono in Nord ♠AKJ A1073 J82 ♣K54 mentre Sud ha ♠Q1083 K5 KQ1073 ♣A6. I polacchi non trovano la strada per questo slam… neanche i Fantunes, 3NT+3 mano pari.

Grande slam per gli orizzontali al board 8 dell’incontro. ♠Qxx A J ♣AKJ98xxx per ♠AKJx xx AK9xxx ♣x… ♣2-2 e 13 prese sia a 7NT sia a 7♣. Per la cronaca, con le ♠ 3-3 anche 7♠ sono fattibili. Grande slam nel minore per i polacchi, 7NT per i norvegesi che guadagnano sul peso.

Board 10 carinissimo. I Fantunes hanno un’incomprensione dichiarativa, ed in zona planano a 4♠ sul nulla degli avversari, vengono debitamente contrati, ma mentre si apprestano a pagare l’800 un errore in controgioco frulla via una presa, ed un finale di squeeze limita ad 1 solo down Fulvio.

A 4 board dalla fine, 18-14 per la squadra dell’Est, pari a 16-14 in Victory Points.

Ultimi board non granchè per i Fantunes. Prima un fuori campo a 3NT dove gli avversari incassano le prime 5 prese (il fermo era formato da Jx per xx… ), poi ancora un brutto board dato dal loro stile e dal loro sistema, che li fa giocare in zona a livello troppo alto per 2 down (in chiusa i norvegesi 1 down sull’altra linea). Nell’ultimo board un parziale mantenuto grazie ad un errore della difesa da Fulvio riduce i termini della sconfitta, che comunque si materializza in un 13-17, che porta al 6° posto la squadra Zimmermann, ad un VP dalle 2 squadre che la precedono.

Tutto da giocare.

 Gluck

(Visited 123 times, 1 visits today)
Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.