Squalifica Angelini: le dichiarazioni di Paolo Uggeri (delegato Team Varese)

   read english version » 

 Dopo la prima dichiarazione a caldo (“Sono perplesso”) abbiamo chiesto al portavoce del Team Varese di esprimere le sue considerazioni in merito alla sentenza del CNG (Collegio Nazionale Gare). Paolo Uggeri ci ha oggi inviato una sua dichiarazione ufficiale. Ne diamo pubblicazione qui di seguito.   

  
 
 

Mi  avete chiesto cosa penso della sentenza del CNG.
 
Allora leggiamola insieme questa sentenza del CNG: Angelini squalificato ma il campionato omologato, viene però disposta “la consequenziale rettifica della classifica” bruttissima locuzione che significa che la finale non verrà ripetuta e che la classifica deve essere rivista: Lavazza prima, Varese seconda, Villa Fabbriche terza.
 
Vediamo cosa prevede il regolamento (art. 10 regolamento campionati): la posizione irregolare di uno più giocatori, in qualunque momento accertata, comporta in caso di gara a squadre, che alla squadra cui appartiene il giocatore vengano assegnati punti zero.
 
Punti zero significa che Angelini ha perso l’incontro con Varese, per cui Varese doveva e deve ancora giocare la finale contro la squadra Lavazza.
 
La sentenza del CNG è chiaramente una decisione politica: ordinare la ripetizione della finale sarebbe stato un duro colpo per l’immagine della Federazione, che a suo tempo aveva permesso che una squadra “potente” schierasse giocatori in posizione irregolare contro una squadra di “signori nessuno”.
 
Sarebbe stato infatti preciso dovere della Federazione vigilare autonomamente sulla regolarità della partecipazione delle squadre, non doveva nemmeno essere necessario un reclamo che pur venne tempestivamente presentato per escludere la partecipazione di giocatori stranieri non residenti da una competizione riservata a residenti.
 
Se ad un campionato a coppie miste si presentasse una formazione di due uomini, credo e spero che la coppia in questione verrebbe allontanata dalla manifestazione senza troppe discussioni.
 
Il giornale della Federazione, Bridge d’Italia,  nel proprio resoconto sulla finale, ha brillato per la totale assenza di informazioni non solo sul reclamo, ma anche sull’ordinanza del CNG che non omologava il risultato dell’incontro e che testualmente dichiarava “il ricorso di Varese appare prima facie fondato”.
 
Il sito della Federazione ancor oggi non ha pubblicato la notizia dell’accoglimento (parziale) del reclamo, non risulta nemmeno la nuova classifica.
 
Una vera e propria consegna del silenzio.
 
Torniamo alla domanda iniziale: cosa ne penso della sentenza.
 
Tutto il male possibile.
 
Sono pieno di rispetto per i singoli professionisti che a suo tempo decisero di sacrificare una porzione del loro tempo libero per svolgere la delicata funzione di garanzia del CNG: se si erano candidati lo avevano fatto per spirito di abnegazione e di giustizia, ben sapendo che in certe situazioni avrebbero potuto e dovuto prendere decisioni difficili.
 
Benissimo e bravissimi, ma allora perchè in questa circostanza si sono comportati come la Multicolor, debole con i forti e forte con i deboli?
 
 
Paolo Uggeri

  

  

 *** 

  

 

(Visited 699 times, 1 visits today)
Previous Entries Antonio Sementa: Bel gioco, Charlie! Next Entries Angelini's disqualification: Varese Team delegated Paolo Uggeri's declaration

One thought on “Squalifica Angelini: le dichiarazioni di Paolo Uggeri (delegato Team Varese)

  1. Aurelio Mascheroni on said:

    Bravo Uggeri! Stavo pensando di scrivere alla Rivista per deplorare la “congiura del silenzio” in atto nei riguardi del Societario.
    La nuova dirigenza avrebbe dovuto brillare per trasparenza! Figuriamoci. Siamo alle solite (..Multicolor come scrivi tu!).
    Buon Anno.

    Aur

Comments are closed.