Get a site

“Scritto nelle mani” – Jaime (Jimmy) Ortiz Patiño se n’è andato

english version »

Jaime Ortiz-PatiñoHo appreso questa notizia triste dal sito di golf www.golfbytourmiss.com. Patiño, nato a Parigi nel 1930 da genitori boliviani, era stato infatti anche un forte giocatore di golf. Fu presidente della World Bridge Federation (WBF) dal 1976 al 1986; il suo amore per il bridge è attestato dagli sforzi che fece per allargarne la famiglia: fu lui ad istituire le zone Centro America-Caraibi e Asia & Medio Oriente. L’Enciclopedia riporta anche che Patiño fu il primo a propugnare l’adozione dei sipari, ciò che avvenne per la prima volta nella Bermuda Bowl del 1975, ma lui la suggerì già nella Bermuda Bowl del 1958 a Como.

Qui c’è una sua descrizione, da un libro pubblicato nel 1966: “Quando Jimmy apparve per la prima volta sulla scena del bridge, nel 1955 ad Amsterdam, era l’esatta immagine che tutti noi abbiamo di un playboy internazionale, la notte indistinguibile dal giorno. Tutto questo ora è passato, e si presentò alla Corte come direttore di molte aziende, attivamente impegnato nella gestione dei beni della sua famiglia sparsi nel mondo. A dispetto delle sue responsabilità attuali, conserva l’effervescenza di un giovane Gary Player…”

Gary Player è un grande giocatore di golf di quel tempo; il libro è “Story of an Accusation”, di Terence Reese; la Corte era quella che giudicò Terence Reese e Boris Shapiro per l’accusa di essersi scambiati segnali con le dita alla Bermuda Bowl di Buenos Aires, del 1965.

L’accusa fu dimostrata quanto meno inconsistente, e Patiño diede la più chiara testimonianza di ciò, non senza una nota di umorismo: “Non notai nulla di particolare sul signor Shapiro, a parte il fatto che posava in continuazione le carte per riaccendere la pipa…”.

Soprattutto, confermò quanto già testimoniato da Irene Bajos De Heredia (direttrice di bridge, madre di Sylvie Willard): le prove dell’imbroglio rimangono scritte sulle mani, e quelle di Reese e Shapiro erano pulite. Nulla confermava l’accusa, nulla nella licita, nulla nel loro gioco difensivo, nessuno dei risultati.

Jimmy era un gentiluomo.

***

Paolo Enrico Garrisi

05/01/2013

 

(Visited 179 times, 1 visits today)
Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.