Crea sito

Categorized | *ITALIANO, eventi

L’Intervento sulle Aperture Preventive: La Spada di Chiaradia

Posted on 27 December 2014

English version »

 by esme 11Un problema difficile nella licita in competizione è l’intervento sulle aperture preventive a livello due o tre nel nobile: lo spazio licitativo tra l’apertura e il livello di manche è angusto, e l’interferente ha bisogno di più strumenti di quelli disponibili; oltre alle dichiarazioni naturali a livello tre o quattro, potrebbe occorrergliene una per mostrare il fermo nel colore d’apertura, una per l’altro nobile quarto, una per il contro punitivo e una per ambedue i minori. Troppi desiderata.

Eugenio Chiaradia ha risolto parzialmente il problema nello stesso modo in cui Alessandro Magno risolse il nodo di Gordio. C’era nella città frigia di Gordio (oggi è Yassihuyuk in Turchia) un carro legato ad un palo mediante un nodo molto complicato; una profezia diceva che chi avesse sciolto il nodo avrebbe poi conquistato l’intera Asia. Alessandro arrivò a Gordio nel 333 A.C. e gli fu detto della leggenda: lui osservò attentamente il nodo, quindi estrasse la spada e lo tagliò.

In linguaggio bridgistico, la convenzione che ho chiamato “La Spada di Chiaradia” taglia il nodo liberandosi dell’impegno di mostrare il fermo. Ecco come funziona:

A) Sulle aperture di 2 o 3, il contro sta per appoggio a picche quarto o buon terzo; la chiamata a Senza (NT) sta per i minori.

B) Sulle aperture di 2♠ o 3♠, il contro sta per i minori, NT per appoggio a cuori.

 

La convenzione si applica sia in interferenza diretta sia in riapertura. L’informazione sul fermo rimane quindi inespressa, ma non va perduta, almeno non interamente. Quando l’apertura è a livello due il subalterno, cioè il compagno dell’interferente, ha in ogni caso spazio sia per chiedere il fermo sia per mostrarlo; quando invece l’apertura è a livello tre, la copertura non è così completa, ed è qui che si abbatte la Spada di Chiaradia. In pratica, il 3NT può rimanere solo se il controllo è posseduto dal subalterno.

Qui di seguito riportiamo alcuni esempi significativi, dal libro di Chiaradia, di intervento su 3 (contro per picche, 3NT per i minori)

a) ♠KQx  ♥x  ♦KQxx  ♣AQxxx: Contro

b) ♠Kx  x  AKxxx  ♣AQxxx: 3NT

c) ♠x x  ♦KQxxx  ♣AKxxxx: 3NT

E’ da notare che in a) si preferisce mostrare il buon appoggio di tre carte a picche piuttosto che la 5-4 nei minori.

Su 3♠ (contro per minori, 3NT per cuori):

d) ♠Kx  x  KQJxx  ♣AKJxx: Contro

e) ♠x  Jxx  ♦AKJx  ♣AKQxx: Contro

Riassumendo, l’appoggio sull’altro nobile è sempre quarto o terzo ma ben capitanato, come nell’esempio a); i minori sono sempre 5-5 o più lunghi, salvo una quarta molto buona come nell’esempio e).

 

La ragione per l’inversione NT/contro in dipendenza del nobile d’apertura, cuori o picche, può essere meglio compresa se consideriamo il caso del barrage a livello tre. Su 3 c’è ancora lo spazio per dire le picche a livello tre, quindi il contro deve mostrare l’altro nobile. Dopo l’apertura di 3♠, al contrario, la licita sarebbe in ogni caso forzata a livello quattro; adesso, se il subalterno ha cuori lunghe e non ha appoggio per i minori – una situazione che fa prevedere misfit generale – il meglio è trasformare il contro.

 

Il Grande Slam di Piero Millevoj e Fabio Colasante

Nella semifinale di Intercity League giocata una settimana fa, la squadra di Ascoli Piceno ha sconfitto i polacchi di Szprotawa; la finale, contro Messina, verrà giocata il 14 gennaio. Nella terza mano, Est-Ovest in zona, in ambedue i tavoli Sud ha aperto 3. L’Ovest polacco ha dichiarato 3NT, una licita naturale che garantisce il fermo e, forse, esclude le picche. Est aveva:

♠QJ76 A2  K7  ♣AJ762

Ed è passato. Forse si poteva tentare qualcosa in più: il fit a fiori è probabile, e alla peggio ci dovevano essere almeno due fit 5-2 nei minori oppure il 4-3 a picche; d’altra parte il contratto a 3NT appare blindato, mentre oltre i 3NT la ricerca del fit e delle carte chiave potrebbe essere un cammino attraverso paludi sconosciute.

Nell’altra stanza la coppia Est-Ovest italiana, Piero Millevoj e Fabio Colasante, giocava il Fiori Napoletano di Chiaradia; le carte erano:

Piero (West): ♠A  K4 AJ832  ♣K9854

Fabio (East): ♠QJ76  ♥A2 K7  ♣AJ762

E la licita è andata come segue:

West                  East (dopo il 3 d’apertura di Sud, N-S passano sempre):

…3NT               4

4♠                      4NT (Dichiarativa-Interrogativa)

5♥                      7♣

 

Dagli esempi visti sopra, Est, che ha una testa in ciascun minore, è autorizzato a supporre nel partner sia l’asso di quadri sia il re di fiori, quindi già può contare su non meno di undici prese in atout fiori (asso e re di quadri, tre tagli a quadri, cinque fiori di battuta e l’asso di cuori).

Ovest dà il suo controllo a picche che si suppone sia di onore, in quanto ancora non può sapere la denominazione del contratto finale; perciò questa è la dodicesima presa nella contabilità di Est.

Il 4NT di Est è Dichiarativo-Interrogativo (D.I.); il suo significato normalmente si ricostruisce dalle licite passate o verrà chiarito in quelle successive; in questo caso Est lo usa soprattutto per mantenere aperta la licita. Ovest continua a dare cue bid, ben consapevole che il compagno sta cercando di contare le prese, quindi controlli di corta non aggiungerebbero nulla al totale se non nell’infrequente caso di gioco a morto rovesciato. Ciò che è più importante, il suo 5 è un invito al grande slam, in quanto forza il piccolo slam e continua a mantenere aperta la licita, ed Est può chiamarlo pressoché certo che 4♠ e 5 siano onori.

La mano completa:

Spada

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

***

Paolo Enrico Garrisi

 

(Visited 391 times, 1 visits today)

Comments are closed.

Giorgino Duboin’s column

Italian style 02The Neapolitan Club staff is honoured to welcome a new illustrious contributor: Giorgino Duboin. The great Italian champion will write a series of articles mostly dedicated to his international bridge activities. Duboin’s Column »

Norberto Bocchi’s column

MyWay-logoThe great Italian champion Norberto Bocchi contributes articles on a regular basis to Neapolitan Club. Norberto refers in his column ‘My Way’ to political issues which may arise in the bridge world and sometimes he describes interesting hands. Read Bocchi’s column»   Read Bocchi’s interviews»

Rhoda Walsh Notes

Rhoda_WalshWalsh No Trump Notes by Rhoda Walsh: a study on No Trump openings with their developments  in uncontested and contested auctions. Table of Contents »
Annotations by Rhoda Walsh on the 1 Notrump game forcing  response in the "2 over 1 game forcing system" (Walsh System).Table of Contents»

Simply the Best

Best articles by Paolo Enrico Garrisi: open »

Let’s talk to the Champions!

Best interviews run by Laura Camponeschi: open »

Momorizing at Bridge

Are there techniques to develop some specific memory? Could be possible to make a choice of what might be more useful to memorize? Read what the champions say: open »

Silvio Sbarigia

 

SILVIO SBARIGIA is a pharmacist; he was born in Rome and lives there. He has won the European championship in 1975 with legendary Blue Team, runner up at 1974’s and at Olympic games of 1976.  Sbarigia is member of Neapolitan Club Technical Commettee. His bridge problems aren’t difficult; just we need to think on a plan and to avoid the instinctive playing. Bridge quizzes by Sbarigia »

Laura Cecilia Porro

Laura-Cecilia-Porro 142
Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.