Le interviste di Norberto Bocchi (3): Diego Brenner

english version »

In occasione del IV Torneo Open Internazionale di Barcellona, il nostro campione Norberto Bocchi realizzerà per CSBNews una serie di interviste con alcuni dei più forti giocatori in gara. Oggi è il turno del campione brasiliano Diego Brenner.

Diego è un eccellente giocatore e World Life Master della WBF. E’ nato il 4 maggio 1974 in Brasile e al momento vive a Barcellona. Suoi compagni di squadra sono stati: Gabriel Chagas Filho, Miguel Villas Boas Filho, Mauricio Figueiredo, Marcelo de Lima Castello Branco, Norberto Bocchi, Carlos Pellegrini, Agustin Madala. Ha raggiunto risultati importanti a livello nazionale ed internazionale.

Norberto Bocchi intervista Diego Brenner

Norberto Bocchi:  Che cos’è che ti ha affascinato del bridge?

Diego Brenner: il bridge è un gioco emozionante che dà soddisfazioni intellettuali, e ciò che mi ha affascinato è stata la possibilità di giocare contro giocatori esperti sapendo di poter diventare uno dei migliori. Credo di aver raggiunto questo obiettivo, ma cerco di ottenere risultati ancora migliori.

 NB: Quale sistema giochi con il tuo partner?

DB: Gioco diversi sistemi a seconda del compagno, ma la base è sempre lo stesso sisstema naturale. Le convenzioni sono diverse, ma l’idea generale è di avere abbastanza strumenti per raggiungere il contratto ideale, sperando di battere gli avversari in maniera scientifica.

 NB: Come definiresti il tuo stile di gioco?

DB: Il mio stile è piuttosto aggressivo, quando ho una via di fuga. Anche dopo aver osato o tentato una mossa non ortodossa, di solito non finisco in contratti assurdi. Questo stile mette sotto pressione gli avversari e la mia esperienza dimostra che è difficile giocare contro avversari che licitano molto.

NB:  Qual è stato il primo libro di bridge che hai letto?

DB: Era un bel libro, ma piuttosto semplice “Il gioco della carta nel bridge moderno” di Pierre Jais e Michel Lebel.

 NB: C’è stato un giocatore che ha influenzato il tuo bridge?

DB: Molti. Potrei citarne tanti…Certamente il Blue Team, Cintra, Chagas, Branco, Hamman, gli Italiani di ora, e tutti quelli che ho visto giocare con passione e tecnica.

NB: Qual è la più grande qualità in un partner?

DB: Non fare commenti sulla base del risultato e cercare una soluzione ai problemi, piuttosto che la colpa.

NB:  Qual è il tuo torneo preferito?

DB: La Bermuda Bowl. E’ l’apoteosi dei tornei di bridge.

NB: Qual è stata la più grande soddisfazione che hai provato giocando a bridge?

DB: Ce ne sono tante! Vorrei nominarne due, una passata e una più recente: vincere i campionati del mondo transnazionali con Gabriel Chagas nel 2001 quando ero molto giovane, e vincere il campionato brasiliano due anni fa con il mio caro amico Agustin Madala. Inoltre la vittoria alle selezioni in Brasile e ai campionai sud americani con il mio amico e compagno di squadra Marcelo Castello Branco sono senza dubbio ricordi piacevoli.

NB: A parte il tuo partner regolare, con chi vorresti giocare in un grande evento?

DB: Agustin Madala. Non ho mai giocato con Giorgio Duboin e mi piacerebbe averne l’opportunità un giorno. Siamo buoni amici e lo ammiro sia come persona che come giocatore.

NB:  Quale coppia vorresti nella tua squadra?

Bocchi-Madala, certamente. Ho giocato con entrambi e so che sono giocatori incredibili, sempre concentrati e pronti a distruggere l’avversario in ogni momento. Sono una coppia forte, perdono poco, mettono in difficoltà gli avversari e studiano. Sono miei amici, vero…ma cos’altro si può desiderare dai compagni di squadra?

NB: Fai qualche rito scaramantico quando ti siedi al tavolo?

DB: Non gioco contro persone a piedi nudi.

NB:  Musica preferita? Autori prferiti per le tue letture al di fuori del bridge? Il tuo sport preferito, sei fan di qualche squadra di calcio o simili?  Attore o attrice preferita?

Musica: Rock in generale. Tra gli scrittori mi piacciono Herman Hesse e Gabriel García Marquez. Lo sport preferito è il surf. I miei attori preferiti sono Al Pacino e Julianne Moore. Nella pittura amo Picasso.

NB: Cosa fai neltempo libero quando non giochi a bridge?

Suono la chitarra, canto, cucino, esco la sera, vado ai concerti, faccio surf e ora ho iniziato a giocare a poker online.

Muchas gracias, Diego!

Adios y hasta muy pronto

Norberto

***

Edizione italiana a cura di Laura Cecilia Porro per Neapolitan Club

01/02/2013

 

(Visited 363 times, 1 visits today)
Previous Entries Norberto Bocchi's interviews (2): Juan Pont Next Entries Norberto Bocchi's interviews (3): Diego Brenner