La rubrica di Giorgino Duboin (5): Una Nuova Esperienza

English version »

Italian style 02Questa volta non voglio proporvi un articolo di tecnica o il resoconto di un torneo, voglio invece condividere con voi un’esperienza diversa. Sono andato a Wroclaw per i “Bridge World Game” non per partecipare alle gare, ma come membro del consiglio della WBF.

Facciamo un piccolo passo indietro: alcuni mesi fa sono stato eletto dalla HLPC (HLPC – High Level Players Commission) come rappresentante degli atleti all’interno del consiglio,  ma fino ad ora non c’erano state riunioni ufficiali. Il calendario dei meeting della WBF si sarebbe articolato per tutta la prima settimana di gioco e, devo ammettere che, prima di iniziare, mi sentivo alquanto a disagio. Che cosa ci facevo li senza giocare? Davvero avrei potuto dare un contributo al consiglio? Il consiglio avrebbe ascoltato quello che intendevo proporre, senza preclusioni, essendo l’ultimo arrivato?

Fin dalla prima riunione, però, mi sono sentito meglio ho capito che c’era una volontà reciproca di cooperazione e partecipazione. Oltre ai membri del consiglio alle riunioni partecipava anche Philippe Cronier presidente della HLPC e mio grande amico. Il consiglio ha chiesto sempre il parere della HLPC su tutti gli argomenti trattati e noi ci siamo attivati per contattare i membri della commissione non presenti in loco per essere sicuri che le proposte fossero approvate da tutti. Il punto all’ordine che ci riguardava di più era la funzione della HLPC ed i suoi rapporti con i giocatori e con la WBF. Farò un piccolo resoconto di quanto è stato discusso e approvato:

  1. La HLPC sarà sempre consultata dagli organizzatori per quello che riguarda le formule e gli orari dei vari campionati e per la composizione degli eventuali gironi.
  2. Un giocatore/giocatrice non potrà mai partecipare simultaneamente in più categorie (per esempio chi gioca in open non potrà nei turni di riposo giocare nel seniores o altra categoria). Ovviamente potrà partecipare ad ogni altro evento successivo.
  3. Verrà istituita una categoria speciale di masterpoints per il misto.
  4. Verrà maggiormente pubblicizzata l’Express Line per riportare gli unethical behaviour.
  5. Gli arbitri dovranno riportare tutte le chiamate arbitrali di ogni campionato o festival internazionale al fine di costruire un data base nel quale poter reperire il materiale in caso di indagine.
  6. Nei prossimi campionati ci saranno telecamere anche nei tavoli normali e non solo negli incontri trasmessi su BBO.

Il consiglio della WBF si è dimostrato molto disponibile, credo di poter affermare che la cooperazione con HLPC sia stata accettata con entusiasmo. Quello che ora manca è la partecipazione dei giocatori, questi devono capire che per ottenere dei risultati abbiamo bisogno di più informazioni. E’ molto importante che l’Express Line venga utilizzata da tutti, chi fa una segnalazione deve tener presente che può richiedere di non venir citato se si dovesse arrivare ad un processo. La HLPC ha degli obblighi di riservatezza nei confronti di chi segnala e di chi è segnato. Dovete considerare un fattore molto importante la commissione si chiama High Level PLAYER:  noi non siamo inquisitori o giudici o poliziotti, siamo giocatori e staremo sempre dalla parte dei giocatori e del Bridge, non è nostra intenzione creare un clima di caccia alle streghe ma il nostro sport ci sta molto a cuore e cerchiamo di fare tutto quello che possiamo per evitare che in futuro si possano ripetere le situazioni che ci hanno travolto negli ultimi tempi.

Vi ricordo che potete trovare il banner dell’Express Line sul sito della WBF in alto a sinistra. Chi avesse intenzione di scrivermi perché pensa di avere delle proposte costruttive sul lavoro della HLPC, o su altri argomenti da presentare al consiglio della WBF, può farlo al mio indirizzo di posta: [email protected] Risponderò a qualsiasi richiesta che non sia di carattere provocatorio o polemico.

Il prossimo articolo che scriverò sarà più divertente, spero di non avervi annoiato troppo ma credetemi abbiamo bisogno di voi. Chi mi conosce bene sa che quando mi prendo un impegno cerco di svolgerlo al meglio, non sono entrato nella HLPC e nel consiglio della WBF per aggiungere un titolo al mio curriculum, ma perché credo che tutti insieme possiamo fare molto per lo sport che amiamo di più al mondo.

***

Giorgino Duboin

 

 

 

(Visited 492 times, 1 visits today)
Previous Entries Senior BRIDGE Tournament International Festival Almeria-Spain Next Entries Giorgino Duboin's Column (5): A New Experience