Fiori Napoletano – Sommario

read the english version »

  Le idee del sistema

Il Fiori Napoletano origina principalmente dal sistema di Culbertson; le aperture e gli interventi sono solidi, il contratto a 3NT si chiama dopo aver accertato il fermo in ogni seme. Come logico corollario di un sistema “solido”, esso segue il principio “first double”: preferisce punire gli avversari piuttosto che cercare un proprio contratto di manche.

 

In competizione

Salto con forza media: 12-15 monocolore con buon seme almeno sesto. Contro d’intervento a togliere fino a 4. Intervento 2NT: bicolore con fiori e seme libero di più basso rango; forza di rovescio. Cue-bid diretta: forzante a manche, normalmente con singolo o vuoto nel seme.

Quando Ovest interviene a colore, il contro a livello uno è punitivo. Quando Ovest interviene di contro, il surcontro è forzante a manche o a livello quattro nel minore.

 

Aperture

1: da 17 in su, escluse le mani bilanciate pienamente protette di 21-22 punti (apertura 2NT).

1, 1: naturale con con quattro carte nel seme. Meno di 17.

1: forza come sopra, ma talvolta tre carte; può accadere nelle mani con le fiori oppure quando manchi un seme dichiarabile. “Dichiarabile”, in apertura, è una quarta capitanata da almeno Q9 o J10, oppure una qualsiasi quinta.

1NT: 13-16 con solo fiori, da quattro a sei.

2: fiori quinte o più, 12-16 punti. Può avere altro seme.

2, 2, 2: sottoapertura monocolore.

 

Risposte

Sull’apertura 1 la risposta è a controlli, in scala fino a 2 (6 o più controlli). Le risposte oltre 2e a livello tre sono salti deboli.

Sulle aperture a colore (1, 1, 1), le risposte sono naturali. Il cambio di colore a salto è forzante a manche. Le risposte 2NT e 3NT sono bilanciate fortissime (rispettivamente: 17-18 e 16 punti), senza appoggio nel seme d’apertura.

Sull’apertura 1NT, che si effettua con le fiori, le risposte sono naturali (2 e 3 sono appoggio), salvo 2: è un relais su cui l’apertore dirà 2 e il rispondente chiarirà la propria mano.

 

Particolarità

Il Fiori Napoletano non usa la Quinta Nobile né il Lungo Corto. Si applica il Principio di Preparazione:

L’idea, originariamente chiamata Anticipazione, di dichiarare in modo da poter fare una buona seconda licita su qualsiasi risposta del compagno…” [ACBL Official Encyclopedia, VI ed 2001. P. 362).

La lunghezza dei semi non è definita, salvo che nelle sequenze di rovescio dell’apertore nelle aperture a colore (1, 1, 1♠); in questi casi, il rovescio è in corto-lungo. Esempi:

a) 1♠-1NT; 2…Sequenza discendente; apertura minima-media. Nessuna informazione sulla lunghezza dei semi: anche 4-4.

b) 1♠-1NT; 3…Sequenza a salto; forte con quattro picche e cinque o più quadri.

c) 1-1NT; 2♠…Sequenza ascendente in rovescio: quattro o più quadri e cinque o più picche.

Anche in risposta, come in apertura, non c’è vincolo di lunghezza; in risposta cade anche la convenzione corto-lungo sul rovescio.

 

(Visited 3,474 times, 1 visits today)
Previous Entries I Quesiti di Silvio Sbarigia     /# 5 - I Gemelli Next Entries The Neapolitan Club: Outline