“Europeo Open” Poznan 2011: Squadre Signore

read english version »

L’European Open Bridge Championship è un evento transnazionale che si tiene ogni due anni. Ci sono otto gare: signore, misto, senior, open, a coppie ed a squadre. Le coppie giocano tre sessioni: qualificazione, semifinale e finale; le squadre giocano una fase a gironi che ne promuoverà trentadue (o sedici, secondo il numero d’iscrizioni), alla successiva fase ad eliminazione diretta.

L’edizione di Poznan è la quinta: le precedenti furono a Mentone, Tenerife, Antalya, Sanremo. Le registrazioni sono formalmente chiuse, ma c’è ancora la possibilità di essere accettati se non ci sono problemi tecnici, quale per esempio trasformare in dispari un gruppo pari. Consultare il programma per vedere la procedura d’iscrizione:

http://www.ecatsbridge.com/Documents/files/Events/PoznanInformationLetter.pdf

L’evento è ospitato dal Poznam International Fair Centre, la Fiera, vicino alla stazione ferroviaria.

A dispetto del nome – europeo – questo è un evento mondiale: non ci sono restrizioni di nazionalità per i giocatori, non ce ne sono per le coppie, non ce ne sono per le squadre. Per esempio, Swenor ha giocatrici norvegesi e svedesi: Kathrine Bertheau, Jessica Larsson, Catarina Midskog, Siv Thoresen. Sì, d’accordo: dobbiamo riconoscere che una squadra di svedesi e norvegesi non è esattamente un calderone etnico; le abbiamo citate più che altro perché sono forti.

Nazionalità più distanti, tedesca e USA, si trovano nella squadra di Geeske Joel, con Janice Seamon-Molson, Sabine Auken, Tobi Sokolow, Jillian Meyers, Jill Levin; ci sono molte Venice Cup tra loro.

A dispetto della mancanza di Sabine Auken, soffiata dalle americane, le German Ladies non appaiono per nulla deboli: Annaig Della Monta, Barbara Hackett, Beate Nehmert (chiamata Pony), Cristina Giampietro; l’ultima, di origini italiane, è molto giovane.

Una squadra italiana vinse a Mentone nel 2003, e tre di loro, in neretto, sono di nuovo qui, nella squadra Italia: Gianna Arrigoni, Gabriella Olivieri, Simonetta Paoluzi, Cristina Golin, Caterina Ferlazzo, Gabriella Manara.

A Sanremo, due anni fa, vinse un’altra squadra italiana: la GBC Milano, con Gloria Colombo Brugnoni, Mietta Preve, Luigina Gentili, Annalisa Rosetta, Marilina Vanuzzi, Maddalena Severgnini. L’ultima non è venuta a Poznam, sostituita da Angela Dossena.

La formazione Italia-San Marino non ha ancora vinto: Maria Cristina Perlini, Lea M. Stacchini, Maurizia Ritiani, Antonia Pecci.

Benedicte Cronier, Sylvie Willard, Catherine D’Ovidio, Veronique Bessis sono quattro sesti della Fracia che vinse l’anno scorso l’europeo di Ostenda. Anche loro sono qui.

Là – ad Ostenda – furono seconde Carla Arnolds, Bep Vriend, Jet Pasman, Anneke Simons, Laura Dekkers, e Marion Michielsen, ma in Antalya le stesse olandesi vinsero l’edizione 2007 (senza Laura Dekkers e con Meike Wortel).

Aggiungiamo che le francesi hanno vinto l’edizione 2005 a Tenerife, aggiungiamo molte polacche (dopotutto siamo a Poznam), e sarà chiaro che questo evento è di forza non inferiore ad un campionato del mondo – ma finora non si sono ancora iscritte cinesi tra le Signore.

Infine: il programma permette di giocare tutti gli otto tornei, con buono sconto per iscrizioni multiple – oh, va bene: ne potete giocare solo sei se, sfortunatamente, foste sotto i sessanta.

 ***

Paolo Enrico Garrisi

(Visited 220 times, 1 visits today)
Previous Entries "European Open" Poznan 2011: Women Teams Next Entries Angelini Lavazza and Zaleski in Poznan