Europei Poznan 2011: Squadre miste – Swiss A e B

Come detto, le 90 squadre (erano 89 a poco dal via, ma ne è stata accettata un’altra per evitare gironi zoppi e fastidiosi bye), oggi sono state divise in due “danesoni” con movimento Swiss, le prime 46 nel gruppo A e le rimanenti 44 nel gruppo B. Le prime 27 squadre del primo raggruppamento e le prime 5 del secondo avrebbero avuto l’accesso ai KO. Ricordo che Lavazza, Calandra e Fantoni erano nel gruppo A,  Burla e Lamford (mezza inglese) nel gruppo B.

5 turni per decidere i promossi, in uno dei quali, il terzo, c’è anche stato lo scontro diretto Lavazza-Calandra vinto dai primi per 29-8 (21-9 in VP) con un’ottima prestazione di Maria Teresa Lavazza scesa in campo col fido Giorgino Duboin.

Prima dell’ultimo turno le nostre erano così piazzate, Lavazza 6°, Calandra 19°, Fantoni 33°, mentre Burla (9°) e Lamford (11°) nel B coltivavano una piccola speranza.

Partono male un po’ tutte, ma se per la Lavazza la qualificazione è comunque probabile, per le altre si capisce subito che ci sarà da sudare. Inoltre, se possibile, conviene arrivare tra le prime 8 in quanto queste, partendo dal primo qualificato, possono scegliere il proprio avversario tra le altre 24.

A metà turno perdevano tutte tranne Lamford, che comunque vinceva con un punteggio non sufficiente a qualificarsi. Lavazza ancora dentro, Calandra in bilico (al 4° board era esattamente 27° ossia ultimo posto buono), Fantoni più indietro, a 7 Victory Point.

Dell’incontro della Lavazza un 6 di Bocchi-Auken non bello ma fattibile con le atout 3-2 (ma erano 5-0), ed un 6 sempre degli stessi 2 onestamente infattibile (1 down alla fine), ma chiamato sotto la pressione dichiarativa avversa dove quindi si è circa al lancio della monetina, bilanciati da un 3NT in zona rapinato da Monica Cuzzi che approfitta di un grossolano errore di Lu, capitano della squadra cinese loro avversaria. Ancora, non impeccabili Alfredo e Monica al board 8 dove Versace dopo un paio di giri dichiarativi chiama 5 e Monica con J10853, A, AJ108632, vuoto, non corregge a 5 di comoda fattura, mentre il contratto al tavolo era destinato al 2 down. Erano in prima, ed è costata solo 11. Purtroppo nonostante uno swing all’ultimo board (3NT fatti dai nostri contro 4 – 1) si materializza una sconfitta di misura, 12-18, che pur garantendo il passaggio alla fase successiva li fa posizionare al 9° posto, ossia sono i primi a non poter selezionare il proprio avversario. Squadra Lavazza qualificata.

Gran recupero della squadra Calandra, che sotto 0-13 dopo 3 board schianta gli avversari di Rossard (il nostro amico Apek Kowalski in questa squadra) con un parziale di 24-0 e chiudono vincendo 17-13 ed un ottimo 14° posto. Anche Kowalski comunque qualificato come 26esima squadra del gruppo A. Squadra Calandra qualificata.

Fuori la squadra Fantoni: peccato perché ad un board dalla fine erano ancora in gioco, ma lo stesso tipo di swing visto al tavolo Lavazza li condanna ad una sconfitta di misura ma sufficiente per lasciarli in 33esima posizione.

Nessun miracolo nello Swiss B ma solo buone prestazioni, che posizionano alla fine Lamford al 7° posto (a soli 2 VP dalla qualificazione, sai adesso i rimorsi ed i sensi di colpa…) e Burla al 13°, troppo altalenanti le loro esibizioni.

Per la cronaca, la squadra svedese di Goldcat vince lo Swiss A sui russi di Wild Griffins, mentre la squadra Balti vince il B.

Tra le squadre qualificate notiamo De Botton, Mahaffey, Brogeland (primi dopo il primo turno ma apparsi in calando), Penfold e l’ormai famosa Last Arrival. Primi esclusi la sfortunatissima squadra turca Fox&Foxy, fuori per 1VP, mentre dallo Swiss B è fuori la squadra Hansen, questa addirittura per differenza imps, essendo arrivata 5° alla pari con i polacchi di Aspe Team con 89 VP.

Ed ora, sotto con i KO, e noi sempre qui a tifare.

Gluck

Risultati >>

(Visited 116 times, 1 visits today)
Previous Entries BBO ICL Primavera 2011: Konstanz e Napoli giocheranno la finale Next Entries 2011 Poznan European Open: Mixted Team First ko (Round of 32)