Get a site

Diego Brenner: Lettera aperta alla Comunità del Bridge

Il bridge è un gioco di carte. Ci sono molte definizioni del bridge, ma tutte hanno un punto in comune: il bridge è un gioco di carte per quattro persone.

Analizziamo questa descrizione dell’ Enciclopedia Britannica: ‘Bridge, gioco di carte derivato dal whist, con variazioni bridge whist e auction bridge. Le caratteristiche essenziali di ogni tipo di bridge e whist sono che si gioca in quattro, a coppie due contro due, e con un mazzo di 52 carte…’. Non serve aggiungere altre definizioni, perché sono tutte uguali. Il bridge è un gioco di carte per due coppie.

Il motivo per cui scrivo questo articolo è che sono preoccupato per il futuro del nostro gioco. Abbiamo iniziato a ripulire il gioco, eliminando i giocatori che usavano mezzi illeciti per ottenere buoni risultati e vincere premi dagli sponsor, e questo è bene. Bisogna mantenere il principale scopo del gioco: migliorare le abilità mentali. Si sa che alcuni imbrogliano nei giochi di carte, ma il bridge è speciale. Perché? Primo, perché non si gioca a soldi. Si scommettono le prese. Secondo, perché ad essere sotto analisi è la tua abilità di risolvere un problema. Chi ama il bridge (non i soldi o i masterpoint) sa di cosa sto parlando. Se giochi a bridge per i soldi o la fama, vattene: le persone che giocano per passione sono quelle che amano il nostro gioco. Per ripulire l’ambiente dobbiamo individuare chi farebbe qualunque cosa per i soldi o i titoli, e separarli da chi ama il gioco per davvero. Però dobbiamo giocare a bridge e non una versione distorta, come il bridge online, dove imbrogliare è facile come prendere una birra dal frigo.

E’ impossibile avere un ambiente pulito online. Ecco un esempio di imbroglio inafferrabile: un mio amico è un giocatore medio che vuole andare bene in una gara. Mi chiede di andare a casa sua e giocare usando il suo login. Se chiunque può giocare invece della persona registrata, è chiaro che questo non è bridge. Se vuoi giocare online e organizzare partite, fai pure, ma scordati di avere un ambiente pulito. Si sa che molti si comportano male quando nessuno guarda – la naturale cattiveria umana prende il controllo. Ovviamente c’è anche chi si comporta sempre bene e si controlla, ma questo non riflette la maggioranza delle persone.

Non puoi giudicare le persone da come giocano online. Ad esempio, io non considero il bridge online seriamente: online gioco in maniera istintiva ma a quando sono al tavolo vero gioco tecnicamente. Tutti gli sforzi del mio amico Boye e i suoi colleghi si infrangeranno contro il muro del fatto che il bridge online non è reale e inizieranno una guerra di tutti contro tutti. La buona intenzione c’ è quindi concentriamoci su come separare chi imbroglia e non è benvenuto nella comunità del bridge, né oggi né domani.

Si potrebbe far firmare un contratto a chi gioca online, in cui i giocatori accettano che gli organizzatori abbiano accesso ai loro dati, IP, mani. I giocatori vengono registrati via webcam e non possono usare altri computer o telefoni. L’arbitro è disponibile in caso di dispute. Si può fare molto per giocare pulito online ma al momento non sappiamo di sicuro chi ha imbrogliato e come. Secondo me i professionisti e gli sponsor stanno dando troppa importanza a questa versione del gioco, così come alcune federazioni. Se vuoi allontanare chi imbroglia, perché assegnare premi e masterpoint? Smettete di pensare che i tornei online siano veri. In un futuro non lontano ci incontreremo di nuovo al tavolo e non possiamo metterci a litigare.

Inoltre, le indagini in futuro dovrebbero essere condotte da giocatori non professionisti, in modo da evitare conflitti di interesse. I professionisti possono aiutare ad analizzare i casi sospetti ma non dovrebbero rilasciare il verdetto.

Certo, possiamo darci da fare per aumentare le misure di sicurezza… ma il bridge online non durerà perché non è vero bridge.

***

Diego Brenner

 

(Le opinioni qui espresse sono esclusivamente quelle dell’Autore, e non rappresentano necessariamente quelle di Neapolitan Club o dei suoi membri.)

 

Original English text is available here »

(Visited 263 times, 1 visits today)

Leave a Reply

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.