Caso Fantoni e Nunes: Cosa succederà?

Nel corso della conferenza stampa della EBL (European Bridge League) che si è tenuta il 15 giugno scorso in occasione degli Europei di Ostenda, il giornalista olandese Jan van Cleeff ha chiesto se vi fossero rischi finanziari per la EBL in relazione alle recenti condanne per cheating, comminate dalla EBL e successivamente ribaltate da altri organi di giustizia. Si faceva chiaro riferimento alla vicenda Fantunes: come è noto i due giocatori italiani con residenza monegasca furono condannati per cheating dalla EBL (18 giugno 2016) ma la sentenza venne successivamente annullata dal TAS (10 gennaio 2018).

Il presidente uscente della EBL, Yves Aubry, ha immediatamente chiarito che la EBL ha un’assicurazione che la tutela finanziariamente in questi casi. E ha poi spiegato che in virtù della norma di reciprocità, comune allo statuto della EBL e della WBF, i giocatori sospesi dalla FIGB non sono ammessi a giocare nei tornei organizzati dalla EBL fino a che è in vigore la squalifica comminata dalla federazione italiana.

Aubry ha anche spiegato che un recente aggiornamento del regolamento prevede che giocatori squalificati per cheating, espiata la loro condanna, non potranno comunque più giocare in coppia con nessuno dei giocatori che abbia subito una condanna simile: ad esempio coppie del tipo Fantoni/Fisher o Nunes/Smirnov non saranno ammesse.

A margine della conferenza stampa, abbiamo chiesto a Aubry alcuni chiarimenti circa la posizione dei giocatori italiani Fulvio Fantoni e Claudio Nunes. Con la consueta disponibilità Aubry  ha così spiegato:

Fulvio Fantoni e Claudio Nunes sono stati sospesi dalla federazione italiana fino all’aprile 2019 e, pertanto, fino a quella data è fatto loro divieto di giocare in tutte le competizioni nazionali ed internazionali.

E’ attesa la sentenza definitiva da parte del TAR del Lazio: l’udienza è stata fissata per il 18 dicembre 2018. Se il TAR confermerà la sentenza della FIGB, al termine del periodo di sospensione (aprile 2019) Fantoni e Nunes potranno tornare a giocare ma non insieme. Infatti secondo il regolamento della EBL e della WBF i giocatori condannati per cheating non possono più giocare in coppia fra loro.

Ricordo comunque che sia la EBL che la WBF hanno un Comitato della Credenziali che stabilisce l’eleggibilità o meno dei giocatori e possono respingere l’iscrizione nei loro tornei senza dare alcuna spiegazione. Ritengo tuttavia che, qualora il TAR non confermi la sentenza della federazione italiana, sarà arduo per la EBL e per la WBF negare a Fantoni e Nunes l’accesso alle competizioni”.

***

 

(Visited 862 times, 4 visits today)
Previous Entries Fantoni & Nunes Case: What's going to happen? Next Entries Atlanta 2018 Summer NABC