Get a site

Campionato di Società Sportive Squadre Signore 2020: Dichiarazione del Presidente della FIGB

Contestualmente alla pubblicazione del nuovo numero della rubrica di Giorgio Duboin, ho ritenuto opportuno chiedere una una dichiarazione in merito alla finale del Campionato di Società Sportive Squadre Signore a Francesco Ferlazzo Natoli, Presidente della FIGB (Federazione Italiana Gioco Bridge). Il Presidente ci ha prontamente risposto.

Caro Paolo,

Ti ringrazio per avermi segnalato il post di Duboin, del quale in verità avevo già avuto notizia, e per la disponibilità ad ospitare una mia risposta.

E’ la prima volta che intervengo su un sito internet bridgistico, ma faccio volentieri uno strappo alla regola che mi sono dato quando ho assunto la Presidenza federale per la serietà del sito che Tu gestisci, perché sei stato molto gentile con la tua segnalazione e richiesta e perché l’autore del post sul quale commentare è certamente una persona di tutto rispetto (non nell’accezione siciliana!), componente del Board WBF, che ritengo un amico e di sicuro intellettualmente onesto … anche se nella specie non riesco a capire l’origine di un così cattivo “consiglio”.

Veniamo quindi alla questione che, per altro, non dovrebbe vedermi tanto ostile alla posizione di Giorgino (che immagino molto motivato a tutela di Eleonora), visto che nella squadra tanto bistrattata dalla Federazione milita anche mia moglie (l’unica che ho mai avuto … ed alla quale ormai non oserei fare il minimo torto!)

La data del 26/27 settembre, che è stata fissata in base alle opportunità di calendario ed alle esigenze organizzative, coinvolgeva numerose Associazioni, dal momento che a doversi concludere erano i playoff e i playout di tutte le Serie.

Non è certo immaginabile che la Direzione dei Campionati verificasse la disponibilità di tutte le ASD interessate, cosa che comunque non avviene in nessuna circostanza.

La Federazione è però notoriamente disponibile ad assecondare, quando sia appena possibile, qualunque accordo tra avversari in merito a sede e data di un incontro, al fine di migliorare gli aspetti logistici, organizzativi ed economici e ridurre i disagi.

Proprio per questo motivo la FIGB ha accolto, pur dovendo affrontare oneri aggiuntivi, la richiesta delle finaliste per il Titolo Open di disputare l’incontro a Milano il 19/20 settembre. Successivamente anche le concorrenti per il terzo/quarto posto hanno espresso eguale volontà e hanno quindi giocato contestualmente.

Anche alle Associazioni impegnate nei playoff femminili di A fu offerto di giocare il 19/20 a Milano, ma non vi fu convergenza su questa ipotesi ed esse furono in conseguenza informate – senza alcuna reazione negativa di ritorno – prima che uscisse ufficialmente la data (il 31 luglio), che si sarebbe giocato il 26/27 settembre a Salso.

Idea Bridge manifestò la propria indisponibilità a giocare il 26 settembre intorno alla metà di agosto e a quel punto non fu certo la FIGB a chiedere alle due Associazioni di trovare una data alternativa, anche se la Direzione dei Campionati fu informalmente coinvolta nelle trattative dalle stesse avviate per trovare una soluzione, dovendo evidentemente consentire, ove possibile e se del caso, sulla data da esse concordata.

Le due Associazioni però l’accordo non lo hanno trovato, malgrado la Federazione avesse posto come unico limite che l’incontro si svolgesse entro l’anno, e Idea Bridge ha tempestivamente comunicato che non si sarebbe presentata nella data come originariamente prevista.

Questi i fatti nella loro semplicità!

Di cosa si duole quindi l’amico Giorgino? Pensa forse che la Federazione poteva e doveva fissare una data alternativa senza una intesa fra le squadre interessate? Sa di qualche precedente in tal senso a livello nazionale o internazionale?

Trovo davvero sconcertante che la Federazione, i cui Dirigenti, Dipendenti e Collaboratori operano (credo che le testimonianze in tal possano essere migliaia), e hanno operato nello specifico caso, con tutte le accortezze, le disponibilità e le cortesie possibili nei confronti di Associazioni e Tesserati, sia alla fine accusata di aver male organizzato l’evento, e che l’accusa venga supportata esponendo i fatti a dir poco in maniera inesatta; non volendo pensare, come non penso, ad una polemica per altri fini.

 

Ti ringrazio ancora  e Ti invio i più cordiali saluti.

 

Francesco Ferlazzo Natoli

***

Paolo Enrico Garrisi

 

(Visited 955 times, 1 visits today)
Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.