Campionati Societari: II turno di finale raccontato da Gluck

Si riparte per il 2° dei 6 turni di finale con Allegra-Angelini 26-7 e per il 3/4 posto Villa Fabbriche-Varese 16-12. Nel femminile, Catania-Reggio Emilia 51-33 (corretto più volte) per il primo posto, mentre per la finale di consolazione 44-35 per Posillipo su Ancona.

Seguiamo per l’open i Fantunes in aperta cui si oppongono per Torino Amedeo Comella e Andrea Buratti. Stellare la sala chiusa con Bocchi-Madala contro Helgemo-Helness.

Comella e Buratti sono tra l’altro in gran forma avendo recentemente vinto la Coppa Italia seniores.

Dopo una mano pari subito rientra in corsa Roma, portando a casa un 3NT facile solo a carte viste o con grossi aiuti degli opps. Madala riceve l’attacco più scomodo, e non indovina andando 2 down. In aperta invece succede questo: sull’apertura di 2NT di Claudio e sul 3fiori puppet di Fulvio, Claudio dichiara 3cuori che per come giocano loro mostra mano senza nobili (in realtà aveva AKxx di picche). Nello sviluppo del gioco, Buratti forse fuorviato da questa spiegazione scarta la retta a picche, semplificando di molto la vita al dichiarante che finisce con 10 prese. E’ stato chiamato l’arbitro al tavolo che si è riservato di prendere una decisione dopo, ma credo che al massimo si potrà togliere la surlevee ai romani.

Dopo 4 imps per Allegra con Comella che indovina un impasse bilaterale ed Helgemo no, i romani in 2 board recuperano il gap e passano in testa di 1, grazie ad un parziale mantenuto da Helgemo e ad una manche a 3NT non sufficientemente fortunata tirata da Bocchi-Madala. 31-30 ora.

Molto bella la mano 25, dove le 2 linee sia pure per strade diverse chiamano un bel 6 quadri. Le carte sono xx, x, AK1098, K1098x per AJ9x, AKxx, Qxxx, x.

Ancora interessante il board 28, che crea uno swing a favore del team Angelini. Tutte e 2 le squadre arrivano al contratto di 4 cuori in zona, che però con attacco quadri diventano difficilissime. A Madala i norvegesi gliele fanno giocare per 1 down, mentre in aperta Buratti decide di difendere e in favore di zona dichiara 4 picche, contrate -3.

Alla 31 grand slam time… una licita più accurata di Hx2 non glielo fa sfuggire, mentre una più pigra dichiarazione di Buratti (salta a 6 sul 3 del compagno) porta altri 11 nelle casse romane.

Insomma, un gran turno dei Romani che chiudono il parziale 49-11, ed ora nel totale sono meritatamente sopra 56-37. Nulla di deciso quindi, e siamo appena a 1/3 del match.

Gluck

 

 

 

(Visited 98 times, 1 visits today)
Previous Entries Varese Team submitted a complaint against Norwegian players Next Entries Campionati Societari – Finale: il terzo turno raccontato da Gluck