Alfredo Versace: “Non spetta a Me”

English version »

Alfredo Versace (Elisabeth van Ettinger - NIB) 4Il 16 settembre 2015 la Federazione Italiana (FIGB) ha aperto un’inchiesta su Fantoni – Nunes e qualche giorno fa ha richiesto alla Procura se vi siano gli estremi per una sospensione provvisoria della coppia. Ho chiesto ad Alfredo Versace quale è stata la sua reazione alla diffusione delle accuse che sono rimbalzate su tutti i media del mondo e di rispondere a chi oggi chiede all’Italia di restituire i titoli vinti.

“E’ la prima volta che ne parlo ufficialmente perché sono veramente affranto e dispiaciuto” – mi ha risposto Alfredo – “ Sono stato compagno di squadra di Nunes la prima volta quando avevo 17 anni ed ho giocato con lui  e Fulvio uno dei miei primi campionati juniores europei.

Abbiamo poi giocato insieme nella squadra di Angelini, in quella di Cayne e nella Nazionale Open Italiana, fino a che nel 2010 le nostre strade si sono divise e Claudio e Fulvio hanno intrapreso la loro avventura monegasca.

Se le accuse venissero confermate in sede processuale, sarebbe un bruttissimo colpo per il bridge in generale ed anche per il bridge italiano: è vero che Fantoni e Nunes non giocano più per l’Italia da cinque anni, tuttavia il loro nome e la loro carriera sono legati alla storia del bridge italiano.

Vorrei precisare che insieme a Fantoni e Nunes abbiamo vinto e abbiamo perso, abbiamo fatto tante finali le cui giocate sono registrate e illustrate ormai su tantissimi libri scritti in proposito fra i quali vorrei citare la minuziosa ed apprezzata analisi di Eric Kokich sulla finale di Estoril.

In quel periodo storico nessuno ha mai sollevato dubbi, né mani sono state indicate come sospette dalla comunità bridgistica.

E se vi fosse stato qualche problema di certo allora non sarebbe sfuggito agli esperti. Non credo peraltro che Zimmermann né tantomeno il il Principato di Monaco si sarebbero affidati ad una coppia sulla quale vi fosse stato anche il minimo dubbio.

Mi sembra, pertanto, che non spetti a me decidere su queste cose, ci saranno autorità competenti che faranno il loro lavoro e decideranno.

Quella che è la mia posizione, peraltro condivisa da Lauria e dagli altri compagni di squadra, penso emerga chiaramente dalle mie parole. Aspettiamo comunque le decisioni degli organi competenti.”

***

Laura Camponeschi 

 

La Guerra di Boye »

 

(Visited 1,373 times, 1 visits today)
Previous Entries World Team Championships Chennai 2015 Next Entries Alfredo Versace: "It's not up to Me"