2011 Slava Memorial Cup: la prima giornata raccontata da Gluck

Discreta prestazione dei nostri alfieri nella prima giornata della Slava Cup. Alla fine del 5° turno Alfredo Versace  e Lorenzo Lauria sono in 6° posizione (su 16 coppie agguerritissime) con 165 punti, frutto dei parziali 19+34+43+29+40, ovvero 3 vittorie, una sconfitta di misura e il primo turno invero non fortunato.

Svelato l’arcano che ha portato allo strano contratto nel secondo turno, 6♣ invece di 6♠. Intanto una premessa: in quel board Alfredo ha estratto le carte di Nord (lui gioca sempre in Sud) e quindi i nomi apparsi in vugraph non erano corretti ma ruotati (primo sorriso). Poi, forse un po’ innervosito, ha messo una picche tra le fiori e invece di una 4333 quale aveva in realtà, ha dichiarato una 3334 (secondo sorriso). A questo punto Lorenzo, che si presenta con una 4405 ricca di punti, a fronte di una 18-19, dopo aver debitamente interrogato e avendo ricevuto il giusto numero di storte, dichiara 6♣, oltretutto fattibili indovinando la figura d’atout (manca K e 10 su resti di 5 carte, Q97 per AJ864, e c’è il K secondo in impasse e il 10 terzo dall’altra parte), non indovina e va down. Il suo commento a fine mano fornisce gli estremi per il terzo sorriso. Comunque, da coppia eccezionale quale sono, hanno rapidamente accantonato l’incidente e hanno ripreso a macinare come sanno. Succede raramente che Alfredo si sbagli a tirare fuori le carte dal board, ma giocando migliaia di mani ogni anno succede… ed ogni volta che si verifica questa situazione, in quel board si verificano poi le cose più incredibili.

Nota di merito per il loro capitano Romain Zaleski che, giocando comunque con un campione quale Apek Kowalski ma con il quale ovviamente l’affiatamento non può che essere parziale, sovrasta dal 4° posto e da 169 punti i nostri 2. Bravo Romain.

La classifica è guidata “largamente”, da Gawris e Tuszynski con 241 punti. Dico “largamente” tra virgolette perché, con 60 punti a match in ballo, e con 10 turni ancora da fare, tutto è veramente ancora… in ballo. Secondi gli olandesi Brink e Drijver, finora quelli che mi sono sembrati più in forma e chiude il podio parziale la coppia russa Yury KHIUPPENEN – Vadim KHOLOMEEV, la vera rivelazione finora del torneo.

 Domani si ricomincia, sin dalla mattina.

Gluck

(Visited 72 times, 1 visits today)
Previous Entries Slava Memorial Cup 2011 – Top 16: i primi turni raccontati da Gluck Next Entries 2011 Slava Memorial Cup – Seconda giornata: la mattinata raccontata da Gluck