Get a site

10° Champions’ Cup: mani interessanti della Finale

english version»

10° Champions’ Cup – Bad Honnef, Germania 17 – 20 Novembre 2011. La finale della decima edizione della European Champions’ Cup ha visto scontrarsi due tra le più forti squadre del mondo. BC ‘t Onstein 1 ha avuto una stagione di successi. Per cominciare, la squadra è titolare della Coppa (Izmir 2010), e ha inoltre vinto i campionati nazionali olandesi, la prestigiosa Zhejiang China Gate Cup e, ultima ma non per importanza, la Bermuda Bowl a Veldhoven. Tutti i componenti della squadra Allegra Lavazza hanno vinto più di un titolo mondiale, Europeo e Olimpico. Di conseguenza l’incontro fra le due squadre è stato atteso con trepidazione.

La mano 4 è stata emozionante:

La mano è stata giocata alle 11.27, decisamente troppo preso per Giorgio Duboin. Il suo posto è stato preso da Guido Ferraro, il quinto uomo della squadra Lavazza e più mattiniero.

 

Dopo l’attacco del fante di quadri da sud non c’è modo per il dichiarante di realizzare il contratto. Infatti andare un down non è un cattivo risultato.

 

All’altro tavolo, le cose sono andate in modo completamente diverso.

1 picche è limitato a 15 HCP, il che spiega il passo iniziale di De Wijs. Successivamente Ovest contra due quadri, in posizione protettiva. La decisione di Est di trasformare è discutibile, ma comprensibile. Muller attacca 10 di fiori. Il dichiarante liscia il fante di ovest, che torna nel colore. Quando Bocchi gioca atout, Est è messo in mano fino alla fine.

Est incassa i suoi tre assi e la dama d’atout, ma questo è tutto: +180 per NS e 4 IMPs per Allegra Lavazza. Il primo sangue sparso è a favore degli italiani.

Sembra che tornare cuori, per il 6, 7 e la dama batta il contratto, ma Est può essere comunque messo in mano ad ogni occasione e il sorpasso al fante risolve i problemi per il dichiarante.

Il resto del segmento procede molto meglio per gli Olandesi.

Poi arriva la mano 14 (secondo segmento):

Onstein riesce a spingere gli avversari a licitare 6 fiori, anche se 5 cuori non si possono fare. Il contratto sarebbe potuto andare 3 down, ma dopo l’attacco di piccola cuori da nord, NS incassano +300.

Simon de Wijs è pronto ad entrare in azione. La sua licita di 3 fiori è naturale e il surcontro è una mossa psicologica. Bocchi casca nel bluff e licita 5 cuori, debitamente contrato da De Wijs.

Bauke Muller attacca con una picche e Ovest scarta il 10 di quadri (?). Est continua con una piccola picche, tagliata da De Wijs e tutt’a un tratto il contratto diventa imbattibile. Ovest torna cuori e Bocchi scarta una picche, batte le atout, gioca una quadri al fante, incassa l’asso di quadri e scarta l’ultima picche sulla quarta quadri. NS incassano +650 e 8 IMPs per Allegra Lavazza.

***

fonte: EC Cup Bad Honnef – Bollettino No. 5 ( a cura di Jan van Cleeff) Edizione italiana a cura di Laura Cecilia Porro

(Visited 326 times, 1 visits today)
Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.